Joint venture Vodafone – Telefonica

Vodafone e Telefonica hanno raggiunto un accordo per realizzare una joint venture (50 – 50) per gestire le proprie reti di telefonia mobile nel mercato del Regno Unito, a un costo inferiore rispetto a quello dei concorrenti. Una mossa che potrebbe consentire al duo telefonico di poter conseguire un valore aggiunto, all’interno di un clima e di un contesto sempre più competitivo, determinato da una similare azione da parte di Deutsche Telekcom e France Telecom.

In seguito all’intesa raggiunta, le società provvederanno a “gestire una singola rete nel mercato del Regno Unito, nel quale le due compagnie potranno operare per servizi voce e web” – hanno dichiarato le parti interessate in due comunicati distinti, nei quali si precisa altresì che le società continueranno a competere in “ognuno degli altri segmenti di servizio e di prodotto”.

Read more

Utili in calo per Vodafone

Vodafone ha subito una pesante flessione degli utili dal bilancio d’esercizio chiuso al 31 marzo 2012. A pesare significativamente sul bilancio della compagnia telefonica, è stata la contrazione del giro d’affari e della redditività delle strutture in Italia e in Grecia. Una situazione che tuttavia non dovrebbe nuocere alla crescita di medio termine della compagnia, ma che apre margini di interpretazione piuttosto ampi sul fronte della redditività di breve termine.

Ne è conseguita la chiusura dell’esercizio con utile netto di gruppo in calo del 12,7% a poco meno di 7 miliardi di sterline, e un utile adjusted per azione pari a 14,91 pence (in flessione di 11 punti percentuali). I ricavi sono saliti dell’1,2 per cento a 46,4 miliardi di sterline, mentre l’Ebitda è sceso dell’1,3 per cento a 14,5 miliardi di sterline.

Read more

Vodafone compra Cable & Wireless

Vodafone, colosso della telefonia mobile internazionale, ha dichiarato di essere pronta a lanciare un’offerta pubblica di acquisto sulla Cable & Wireless, operatore di rete fissa inglese, per un controvalore pari a 38 pence per azione. Complessivamente, l’esborso da parte del big telefonico mobile dovrebbe aggirarsi intorno a quota 1,3 miliardi di euro.

Stando a quanto confermato dalla stampa locale, la società target avrebbe altresì accettato l’offerta di acquisto complessiva giunta dal colosso Vodafone. A ribadirlo, una nota dei due gruppi, che precisa altresì sia il prezzo proposto – già ricordato – che l’elemento di un premium price pari al 92% della quotazione registrata dalla Cable & Wireless Worldwide nella giornata del 10 febbraio scorso, alla vigilia del lancio dell’offerta pubblica da parte di Vodafone.

Read more

Vodafone interessata a Cable&Wireless Worldwide

Vodafone valuta regolarmente le opportunità del settore e conferma che è in una fase molto precoce di valutazione dei meriti di una potenziale offerta per CWW“. Mediante un comunicato diffuso Lunedì 13 febbraio, Vodafone ha confermato il proprio interesse per Cable & Wireless Worldwide, facendo eco alle speculazioni sollevate dalla stampa britannica durante il fine settimana. Il colosso britannico della telefonia mobile si è affrettato a precisare che questo non costituisce alcuna assunzione di impegno, in quanto “un ulteriore annuncio sarà effettuato a tempo debito, se sarà il caso”.

Read more

Vodafone porta in rialzo le previsioni di fine anno

Vodafone, uno dei più noti operatori telefonici di tutto il mondo, ha dichiarato di aver portato in rialzo le proprie previsioni sulla fine dell’anno. Il termine dell’esercizio fiscale dovrebbe in altri termini concludersi meglio del previsto, con il gruppo britannico che ha spostato l’asticella degli utili in rialzo significativo rispetto alla precedente previsione, superando altresì alcune delle più importanti stime degli analisti internazionali, che attendevano comunque una possibile mossa di questo genere da parte della compagnia.

In termini quantitativi, rileviamo pertanto come la società britannica abbia affermato che i profitti operativi di fine anno giungeranno a quota 11,8 miliardi di sterline, contro l’auspicio di 11,4 miliardi di sterline frutto della precedente elaborazione. Sul fronte dei dati consuntivi, invece, l’Ebitda del II trimestre fiscale risulta essere cresciuto del 2,3% a quota 7,53 miliardi di dsterline, con un risultato sicuramente superiore alle stime dei principali analisti.

Read more