L’educazione finanziaria di PattiChiari fa tappa a Como

di Simone Commenta

Il progetto denominato “Mettiamo in Comune l’educazione finanziaria” farà tappa oggi a Como: si tratta del programma approntato dal Consorzio PattiChiari, il quale si reca in diverse città italiane proprio per migliorare e agevolare l’alfabetizzazione finanziaria dei risparmiatori. Questa educazione, inoltre, beneficia del supporto non irrilevante di una associazione dei consumatori, vale a dire La casa del consumatore. Che cosa prevede esattamente tale incontro? I cittadini potranno ottenere importanti nozioni dal punto di vista economico e finanziario, in modo da riuscire a gestire perfettamente le proprie risorse.

L’appuntamento comasco verrà curato anche dagli esperti della Banca Popolare di Bergamo e avrà luogo presso l’Emeroteca della Circoscrizione 7 per la precisione, dalle 17 alle 20. L’opportunità senz’altro ghiotta, in quanto iniziative simili non sono purtroppo molto comuni. Tutti i risparmiatori interessati potranno così mettersi in contatto con degli interlocutori che vantano una preparazione importante su queste materie, i quali metteranno a disposizione delle informazioni semplici e chiare su prodotti e strumenti: ad esempio, si potrà approfondire cos’è un mutuo o anche il conto corrente, i quali sono ben presenti nella nostra vita di tutti i giorni, ma che possono diventare una vera risorsa in base alla consapevolezza che viene utilizzata. La gestione dell’economia familiare di questi tempi, poi, è divenuta un elemento strategico per essere più tranquilli.

Il progetto in questione ha coinvolto anche altri comuni oltre a Como. Si tratta di sessanta città di sedici diverse regioni, grazie al contributo fondamentale di molte associazioni dei consumatori: si tratta di Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoconsum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Unione Nazionale Consumatori, Mdc e altre ancora. La partecipazione di istituti di credito di stampo territoriale (tra cui Banca Marche, Banca della Campania, Banca Regionale Europea, oltre a nomi importanti come Banco Popolare e Unicredit) ha reso l’evento ancora più utile, nella speranza che tale successo possa incentivare appuntamenti simili in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>