Banco Popolare: diverse opzioni per aumentare il Core Tier 1

L’utile netto del Banco Popolare nei primi nove mesi di questo anno non è stato certo incoraggiante: il gruppo cooperativo di Verona ha fatto registrare in effetti un ammontare pari a 324 milioni di euro, mentre esattamente 365 giorni fa lo stesso valore era decisamente superiore (467 milioni per la precisione). Bisogna comunque sottolineare che questo dato era stato influenzato nel 2010 dai crediti per imposte anticipate, in riferimento a un altro istituto di credito, Banca Italease. La banca veneta non può invece lamentarsi dei proventi operativi, rimasti sostanzialmente invariati. Per quel che riguarda, poi, il Core Tier 1, vale a dire la componente primaria di capitale, è stata raggiunta quota 6,5%, ma tale percentuale è destinata ad aumentare ancora nel corso dei prossimi mesi. Cosa intende fare, dunque, nell’immediato futuro il Banco Popolare?

Read more

Lloyds, risultati in netto calo

Sono insufficienti i risultati che il gruppo Lloyds ha dovuto pubblicare negli ultimi giorni. Risultati che hanno deluso una buona parte degli analisti, che hanno visto gli utili ante imposte scendere a quota 644 milioni di sterline, contro risultati dello stesso periodo dello scorso anno pari a 820 milioni di sterline, e con previsioni degli osservatori di Borsa che auspicavano il raggiungimento di un livello pari ad almeno 750 milioni di sterline, evidentemente ben al di sopra di quanto in concreto ottenuto dalla società finanziaria.

Che il periodo recente non fosse dei migliori, per Lloyds, lo avevano intuito tutti. Quello che ora sembra preoccupare maggiormente, tuttavia, non è il dato consolidato, quanto ciò che potrà accadere in futuro. Un futuro grigio, con le previsioni sull’economia britannica particolarmente deteriorate, che non potrà che portare al ribasso di margini della società, e di tutti gli altri principali competitors di mercato.

Read more

Bnl, dati incoraggianti dal terzo trimestre del 2011

Il terzo trimestre del 2011 è stato davvero foriero di successi per la Banca Nazionale del Lavoro, l’istituto di credito che, come è noto, fa parte del gruppo francese Bnp Paribas: i due elementi che balzano subito agli occhi sono senza dubbio gli impieghi e l’utile lordo, i quali sono risultati entrambi in rialzo, due dati molto incoraggianti. La situazione economica di riferimento è piuttosto complicata, ma questa trimestrale conferma anche che vi sono banche italiane in salute. Entrando maggiormente nel dettaglio di queste stime, c’è da dire che gli stessi impieghi hanno subito una crescita pari a quasi quattro miliardi di euro (3,9 per la precisione), con incremento di ben 5,7 punti percentuali che si è ottenuto attraverso il confronto con lo stesso periodo dello scorso anno.

Read more

Caro affitti: la crisi non fa scendere i prezzi, ma i mutui scendono. Le più care sempre Milano e Roma

ROMA – Non c’è crisi che tenga: la corsa del caro affitti continua interperrita, nonostante la maggiore offerta di locali. Nell’ arco di dieci anni, dal 1999 ad oggi, i prezzi richiesti per gli affitti sono cresciuti del 130% e del 145% nelle grandi città. Da una ricerca effettuata dalla CGIL e dal SUNIA (Sindacato Nazionale Unitario Inquilini e Assegnatari) su un campione di 10.000 offerte abitative, oggi, chi si appresta a stipulare un contratto di locazione pagherà in media 1.100 euro al mese. Più di un mutuo.
Oltre al canone sono salite anche la domanda e l’ offerta di case in affitto. Aumentano le offerte per tagli piccoli e sopratutto bilocali situati in zone periferiche.

Read more

Misure anti-crisi: la Regione Toscana approva i contributi per i disoccupati e per i mutui sulla casa

Un forte segnale quello lanciato dalla Regione Toscana: la Giunta ha infatti approvato le misure anti-crisi per venire incontro alle categorie più disagiate. I primi provvedimenti approvati riguardano i disoccupati e i titolari di mutui per l’ acquisto della casa. Un pacchetto che vuole dare sostegno al sistema economico ed alle persone in grave difficoltà economica.
Come? Contributi una tantum alle persone colpite dagli effetti della crisi economica e finanziamenti alle aziende per uscire, attraverso l’ innovazione, dalla morsa della congiuntura negativa. La giunta regionale, riunita a Villa La Quiete, ha varato il pacchetto di misure predisposte per il sostegno ai settori maggiormente in difficoltà. Più di seimila i beneficiari.

Read more

Annullate le multe dell’antitrust a 20 istituti di credito italiani per pratiche scorrette sulla portabilità dei mutui

Il Tar ha annullato le multe che erano state inflitte alle banche sulla portabilità dei mutui: nulla la denuncia di Altroconsumo.
Si trattava di multe per quasi dieci milioni di euro inflitte dall’ Antitrust a venti istituti di credito italiani per pratiche commerciali scorrette sulla portabilità gratuita dei mutui. A deciderlo è stata la prima sezione del Tar del Lazio che ha accolto i ricorsi delle venti banche. Si attendono ora le motivazioni della sentenza.
A rivolgersi ai giudici amministrativi erano state Credito Artigiano (multata per 250 mila euro), Banca Carige (420 mila), Bnl (450 mila), Banca Nuova (440 mila), Antonveneta (460 mila), Banca Popolare di Vicenza (440 mila), Deutschebank (500 mila), Bpm (420 mila), Banca Popolare di Sondrio (410 mila), Banca Sella (300 mila), Unicredit Banca (500 mila), Unicredit Banca di Roma (500 mila), Banco di Sicilia (450 mila), Bipop Carire (420 mila), Montepaschi (350 mila), Intesa San Paolo (480 mila), Banca Popolare di Bergamo (450 mila), Credito Emiliano (420 mila), Bpl (350 mila) e Banca Popolare Verona (320 mila).

Read more