Finanza e consulenza: approda in Italia Moneyfarm.com

Il nostro paese non aveva ancora conosciuto questa novità finanziaria, ma si è presto adeguata: il riferimento non può che andare a Moneyfarm.com, il sito web che è in grado di consigliare a tutti i risparmiatori quale è l’investimento migliore e strategico per ogni situazione. In pratica, si tratta di un vero e proprio servizio di consulenza finanziaria, semplice e indipendente.

La gestione, come si evince facilmente dal nome, spetta a MoneyFarm, la società di intermediazione mobiliare (Sim) che beneficia dell’autorizzazione espressa sia della Banca d’Italia che della Consob. I primi tre mesi di prova, inoltre, hanno già fruttato un numero complessivo di ventimila visite. In questa piattaforma è molto semplice navigare, con le consultazioni che consentono di ottenere e pianificare nel dettaglio un portafoglio personalizzato per quel che concerne gli Exchange Traded Fund (Etf). L’intento è proprio quello di arrivare a un controllo autonomo sui risparmi, costruendo in sicurezza un portafoglio di investimento. La novità non può che essere accolta a braccia aperte in questi momenti economici così difficili e incerti, anche perché non devono essere solamente i grandi investitori a beneficiare di protezioni e competenze per ottenere i migliori rendimenti. Tra l’altro, strumenti complessi come gli Etf diventano in questo modo molto più accessibili. Il design del sito è molto chiaro e pulito e punta soprattutto sulla finanza e sulla tecnologia.

Come ha spiegato chiaramente Paolo Galvani, amministratore di MoneyFarm, la sim vuole diventare un nuovo consulente online in grado di rinnovarsi e rinnovare. Sono tre i passaggi del portale in questione. Il primo prevede un questionario di finanza comportamentale, così da avere un profilo preciso su ogni investitore, in base ai suoi obiettivi e orizzonti. Il secondo passaggio prevede invece l’allocazione degli assets, con un portafoglio gratuito che viene proposto in base al profilo. Infine, si dispone di percentuali e consigli sui ritorni e le performance degli strumenti.

Lascia un commento