Ferrari, un cavallino sempre più rampante

di Roberto R Commenta

Il 2011 si chiude con risultati molto positivi che, in alcuni casi, non hanno precedenti nella storia della casa di Maranello. Lo scorso anno Ferrari ha battuto tutti i record con 7.195 vetture vendute. Ecco alcuni numeri della stagione 2011: 2,251 miliardi di euro di fatturato, 209 milioni di euro di utile netto nell’area cinese (Cina, Hong Kong e Taiwan) in progressione del 62%.

Il gruppo di Maranello sta bene. Nonostante la crisi. Il famoso produttore italiano di automobili ad alte prestazioni ha annunciato Venerdì un 2011 “record” con un incremento del suo fatturato pari al 17,3% e una crescita del 9,5% delle auto vendute. La “Rossa” più famosa d’Italia (e del mondo) aveva venduto, nel 2010, 6.573 vetture con un fatturato di 1,92 miliardi di euro.

Il merito è “di una cultura dell’innovazione a 360 gradi e di una presenza internazionale che al momento ci vede presenti in 58 diversi paesi”, ha dichiarato ieri il presidente del cavallino  Luca Cordero di Montezemolo al termine del Cda durante il quali sono stati approvati i conti 2011

“Possiamo solo essere soddisfatti di questi risultati. Sono stati raggiunti nonostante un contesto economico che rimane difficile, soprattutto in Europa“, ha dichiarato  Montezemolo. Le vendite del gruppo, controllato da Fiat, sono cresciute in tutti i continenti con un incremento del 62,6% (pari a 777 vetture) nella zona “Greater China”, di cui 500 nella sola Cina . Questo mercato è diventato “pochi mesi fa il secondo più grande per la Ferrari”. Sul mercato statunitense, l’aumento è stato dell’8%, a 1.958 auto, mentre le spedizioni verso il Medio Oriente sono cresciute del 22%, a quasi 450 veicoli. Diversi paesi europei hanno ottenuto risultati molto buoni, tra cui la Gran Bretagna (23%), la Germania (+14,6%) e la Svizzera (+3,2%).

“Abbiamo una gamma completa di modelli che si arricchirà tra pochi giorni a Ginevra (in occasione del Salone espositivo svizzero, in programma dall’8 al 18 marzo) con un nuovo 12 cilindri, una macchina nuova e rivoluzionaria che offre prestazioni estreme e potenza senza precedenti”, ha sottolineato un esultante Montezemolo. Per la nuova F152 (il nome è ancora top secret) si parla di oltre 700 cavalli di potenza. La casa automobilistica Fiat ha annunciato da parte sua, il 1 ° febbraio, un utile netto di 1,7 miliardi di euro ottenuto grazie all’integrazione dell’americana Chrysler, di cui ha preso il controllo nel mese di giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>