Wall Street chiude in rialzo nonostante Trump

di Valentina Cervelli Commenta

Seppur modestamente Wall Street chiude in rialzo nel giorno del giuramento del presidente Donald Trump. Chiude in ribasso Milano, mentre Francoforte e Parigi dimostrano di essere le più forti alla fine delle contrattazioni settimanali.

Chi si aspettava che una borsa statunitense in positivo potesse trascinare anche i listini europei verso il rialzo si è dovuto ricredere. Soprattutto per ciò che è riguardato Piazza Affari: le vendite dei retailer e dei farmaceutici, uniti alla debolezza degli assicurativi hanno fatto davvero vivere una giornata priva di sprazzi alla borsa italiana.

In particolare è stata registrata una forte caduta di Yoox Net-A-Porter Group  pari al -4,2% dopo l’addio della top manager Sarah Rutson. I finanziari hanno seguito più o meno lo stesso percorso: per prima Ubi Banca (-2,2%), segyita da unicredit da Unicredit (-1,5%), Mediobanca ed Unipol. Sono salite in maniera soddisfacente Bper (+1,6%), Banco Bpm (+0,69%) e Intesa Sanpaolo(+0,49%)e Telecom italia (+0,7%) grazie anche al generale andamento positivo delle aziende di telecomunicazioni. Regge bene nonostante tutto Mediaset.

Allo stesso tempo è cresciuto il prezzo del petrolio (+2,3% Wti a 53,34 dollari al barile) trascinando con se Tenaris (+0,7%) ed in minore misura Eni (+0,2%) che chiude mesta dopo una giornata passata in modo positivo. Ovviamente, nella giornata di ieri, tutti gli occhi erano puntati su Wall Street e sulla sua reazione all’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca: chi si aspettava grandi movimenti in positivo o in negativo è rimasto deluso. Dopo i proclami elettorali, nessun  dettaglio su alcuna strategia è stato rivelato, lasciando il mercato in una situazione di cauta incertezza e stasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>