Le scelte ecosostenibili di Banca Sella

di Redazione Commenta

Fra tre giorni comincerà la campagna dedicata al risparmio energetico “M’illumino di meno”: la tre giorni in questione (durerà fino al successivo 17 febbraio per la precisione) sarà sfruttata da Banca Sella con un piano ben preciso. In effetti, l’istituto di credito di Biella punta con decisione a degli sportelli che siano sempre più ecosostenibili, utili dunque per produrre energia pulita grazie a degli impianti fotovoltaici sui tetti delle filiali e dei vari uffici. Le installazioni vere e proprie sono già cominciate, coinvolgendo le sedi piemontesi, pugliesi e siciliane, ma non ci si ferma certo qui.

L’obiettivo principale è ovviamente quello di ridurre al massimo i consumi e l’impatto ambientale. Con gli impianti messi attualmente a disposizione, il risparmio possibile in termini di consumi diventa utile per più di duemila famiglie, con una produzione di 9.500 megawattora di energia pulita nel giro di venticinque anni (il classico ciclo di vita dei pannelli in questione). Di conseguenza, le emissioni di Co2 in atmosfera verranno ridimensionate di ben quattro milioni di tonnellate. Tornando a parlare della giornata dedicata al risparmio energetico, il contributo di Banca Sella verrà perfezionato attraverso lo spegnimento delle insegne esterne a Biella, Trento e Lecce, coinvolgendo anche Biella Leasing e Banca Patrimoni Sella.

Il gruppo piemontese può vantare diciotto sedi che possono essere considerate “green”, quindi ecosostenibili e rispettose dell’ambiente: la maggior parte si trova ovviamente in Piemonte (dieci per la precisione), con una energia prodotta che garantisce il 2% del fabbisogno complessivo, mentre il resto viene coperto dalle fonti idroelettriche. Non mancano poi altri criteri utili da questo punto di vista con cui sono state costruite le sedi, in particolare quella centrale: l’edificio in questione spreca poca energia grazie all’isolamento e all’inerzia termica, sfruttando l’acqua piovana per i servizi igienici, senza dimenticare i sistemi per l’adeguamento e il controllo automatico dell’illuminazione (non manca proprio nulla).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>