Il piano di riorganizzazione di Allianz Italia

La riorganizzazione è cominciata da qualche tempo e sta procedendo in maniera spedita: Allianz Italia, la divisione del nostro paese della celebre azienda finanziaria tedesca, sta semplicemente realizzando quanto voluto fortemente dall’amministratore delegato George Sartorel, il quale ha intenzione di rendere più semplice e snella la struttura, oltre che di migliorare la gestione della rete. Il progetto è davvero molto ampio e non è casuale che poco tempo fa vi sia stata una fondamentale fusione per incorporazione, la quale è andata a riguardare la Rb Vita e la Assicuratrice Italiana Vita, due società assicurative che sono confluite nella stessa Allianz.

Ma non ci si è fermati solamente a questa operazione. In effetti, quanto si sta esaminando ora è l’opportunità di un’altra fusione, vale a dire quella che andrà a coinvolgere Allianz, Ras, Lloyd Adriatico e Subalpina, anche se bisogna sottolineare che le altre tre reti che sono appena state menzionate hanno già assunto il logo del gruppo di Monaco di Baviera per quel che riguarda diversi loro prodotti. Il prossimo mese di maggio dovrebbe essere quello decisivo per concludere l’intera trattativa, anche se prima dell’integrazione vera e propria bisognerà compiere alcuni passi importanti: anzitutto, i mandati di agenzia dovranno essere necessariamente unificati, poi si potrà procedere con tutto il resto.

Sono oltre duemila gli agenti che fanno parte di Allianz Italia, mentre i promotori finanziari arrivano a quota 1.800, senza dimenticare gli oltre 2.100 sportelli degli istituti di credito che hanno siglato una partnership per la distribuzione. Tra l’altro, il nostro paese rappresenta il secondo mercato in assoluto (il primo è ovviamente quello della Germania) in riferimento alla raccolta su base annua. Il gruppo teutonico si incontrerà nei prossimi giorni con agenti, collaboratori e anche clienti, meeting che vengono ritenuti utili per approfondire le ultime novità, con ben sessantuno tappe e un impegno che verrà garantito fino al prossimo mese di novembre.

Lascia un commento