Alla Borsa piace il piano industriale di Poste Italiane

di Daniele Pace Commenta

La Borsa di Milano ha ben recepito il nuovo piano industriale di Poste Italiane fino al 2022 e premia il prezzo delle azioni che oggi promette il 5% di dividendi e il 60% di utili.

I numeri del piano

Il piano prevede 15mila esuberi e investimenti nelle assicurazioni e nel comparto dei servizi finanziari.
I ricavi cresceranno dell’1%, e nel 2022 saranno pari a a 11,2 miliardi di euro. La crescita dell’utile netto sarà del 13% (1,2 miliardi nel 2022). Le attività finanziarie arriveranno a 581 miliardi, con una crescita di circa 75 miliardi. 2,8 miliardi saranno destinati alla digitalizzazione, all’automazione e al servizio postale.
Per quel che riguarda il settore assicurativo, Poste Italiane puntano a 2 milioni di nuovi contratti all’anno per il 2022, in particolare nel ramo automobilistico.

Gli esuberi

Il piano industriale prevede una diminuzione dei ricavi nella Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione di 100 milioni, ma comunque è previsto un nuovo servizio di consegna. La nota dolente del piano è per i lavoratori, che dovranno scendere a 123mila, ovvero 3mila esuberi all’anno. Poste Italiane però ha già annunciato che gli esuberi saranno solo “su base volontaria incentivata o su base naturale di pensionamento”.Poi ci saranno assunzioni per 10mila figure professionali qualificate. 5.000 saranno per il segmento finanziario e assicurativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>