Iveco punta sui titoli di Stato per finanziare le imprese

di Simone Commenta

Iveco, società che viene controllata in maniera totale dal gruppo Fiat Industrial, sta sviluppando e perfezionando un progetto molto interessante che ha a che fare con la sua finanziaria: in effetti, l’obiettivo della spa torinese è quello di conferire dei titoli di Stato come vera e propria garanzia per i finanziamenti o anche per i leasing relativi all’acquisizione di nuove vetture. C’è anche una nota molto precisa dell’azienda, la quale ha specificato che cosa verrà posto in essere da questo punto di vista.

La Industrial Vehicles Corporation ha voluto sottolineare la sua vicinanza alle aziende anche in un momento economico difficile come quello attuale, visto che si punta a fornire una risposta concreta e ottimale per quel che riguarda le esigenze di sviluppo delle imprese nostrane. Entrando maggiormente nel dettaglio del progetto, c’è da dire che non è un caso che si parli di titoli di Stato. In effetti, Bot, Btp e Ctz saranno molto utili per garantire un prestito finanziario che sia davvero adeguato per l’acquisto di veicoli industriali e commerciali della stessa Iveco; in alternativa, tali strumenti verranno sfruttati per stipulare dei contratti di leasing, quindi di una vera e propria locazione. L’operazione verrà gestita in ogni suo dettaglio e aspetto da Iveco Finanziaria.

Come ha spiegato la nota, l’operazione a cui si sta facendo riferimento è stata pensata per offrire maggiori opportunità alla clientela in relazione all’accesso al credito: la possibilità di affrontare nel modo giusto una situazione così complessa deve essere sempre presente, cercando di non farsi intimorire dal nervosismo dei mercati finanziari. Questi servizi integrati sono molto interessanti e si basano sulla solidità del gruppo stesso: la Iveco, infatti, può vantare una produzione mondiale di 150mila veicoli commerciali ogni anno, con un fatturato che è stato anche superiori agli undici miliardi di euro, delle credenziali che non vanno certo trascurate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>