Seat Pagine Gialle: il cda delibera la ristrutturazione consensuale

di Simone Commenta

C’era molta attesa per le deliberazioni dell’ultimo consiglio di amministrazione di Seat Pagine Gialle, la celebre società editoriale torinese: la presidenza di Enrico Giliberti ha sancito delle decisioni piuttosto importanti, vale a dire la ratifica ufficiale dell’intesa commerciale che prevede, tra le altre cose, anche una ristrutturazione consensuale e piena della compagnia. La giornata di ieri è stata dunque fondamentale, visto che si sono conosciuti nel dettaglio tutti gli elementi relativi a questa operazione, incluse anche le modalità di effettuazione. Anzitutto, c’è da precisare che il cda in questione ha stabilito che il pieno consenso tra tutte le parti interessate e coinvolte in tale ambito può essere raggiunto solamente in un modo, vale a dire la definizione societaria dell’allocazione del capitale che sarà necessario per la ristrutturazione stessa, una precisazione che va a riguardare da vicino tutti gli azionisti di riferimento e anche gli obbligazionisti della Ligthouse International Company (la società lussemburghese che detiene una quota del 25%).

Il consiglio è comunque andato oltre queste disposizioni, occupandosi anche di altri argomenti. Ad esempio, era necessario prendere atto delle dimissioni che sono state rassegnate recentemente da Luigi Lanari, fortemente convinto a risolvere il proprio contratto con la società Cvc Capital Partners, con efficacia a partire dal prossimo 1° gennaio: l’intento di Lanari è quello di cercare nuovi sbocchi e obiettivi professionali per la propria carriera, tanto che la carica di consigliere di amministrazione di Seat Pagine Gialle non lo soddisfa come in passato (un’altra carica a cui rinuncerà è quella di componente del Comitato di Remunerazione).

Il cda ha comunque espresso tutta la propria soddisfazione per l’operato di Lanari in questo ruolo, un contributo fondamentale alla crescita della società che è stato apprezzato in maniera unanime. Chi prenderà il suo posto nel futuro più immediato? Le opzioni non sono ancora note, si sa soltanto che la sostituzione verrà presa in esame nella prossima riunione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>